skip to Main Content
SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA!

Come condividere il letto con il tuo bambino in sicurezza

La condivisione del letto viene praticata in diversi modi, a volte con ausili come cestini o lettini. Il concetto di base è che un bambino condivide lo stesso letto della madre o di entrambi i genitori. Molti esperti e madri ritengono che la condivisione del letto sia vantaggiosa. Promuove il legame materno, un facile allattamento al seno e crea un senso di sicurezza e benessere che incoraggia la crescita e lo sviluppo nei bambini. La condivisione del letto non è una novità ed è praticata da altre culture da generazioni. Tuttavia, ad alcuni può sembrare strano e persino pericoloso.

Quali sono i rischi della condivisione del letto?

Quando hai una persona minuscola appena nata a letto con un adulto, c’è sicuramente una delle principali preoccupazioni. E se l’adulto si gira? Questa è una delle cose che possono causare danni a un bambino in uno scenario di condivisione del letto. Tuttavia ci sono altri pericoli “invisibili”. Il soffocamento e il surriscaldamento sono stati entrambi collegati a casi di sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS) sia con la condivisione del letto che con la sistemazione per il sonno separato.

Alcuni studi hanno suggerito un legame tra la condivisione del letto e la SIDS, che per molti è una ragione sufficiente per evitarlo. Tuttavia, ci sono molti modi in cui la condivisione del letto può essere praticata in modo sicuro e responsabile. Se hai parlato con il tuo medico e ritieni che la condivisione del letto sia una scelta adatta sia per te che per il tuo bambino, ci sono alcuni punti importanti che dovresti considerare.

La condivisione del letto è giusta per il tuo bambino?

La condivisione del letto non dovrebbe essere praticata entro i primi tre mesi, quando il rischio di SIDS è al massimo. Se il tuo bambino è prematuro, sottopeso o ha qualsiasi tipo di difficoltà respiratoria, la condivisione del letto non è raccomandata a qualsiasi età. Quando è sdraiato per dormire, è di vitale importanza che il tuo bambino dorma sulla schiena. Anche quando dormono da soli, i bambini che dormono in posizione “prona” hanno mostrato un rischio maggiore di SIDS.

I genitori che fumano o bevono regolarmente non dovrebbero condividere il letto. Questi intossicanti possono disturbare il sonno e renderti meno propenso a svegliarti se il tuo bambino è in difficoltà. Se hai il sonno irrequieto e tendi a dimenarti, agitarti o avere terrori notturni, la condivisione del letto non è una buona idea.
I genitori obesi e in sovrappeso non dovrebbero condividere il letto poiché queste classi di peso spesso mostrano segni di disturbi del sonno o condizioni come l’apnea notturna.
Nei casi sopra indicati è di gran lunga preferibile un sidecar specializzato o una culla accanto al letto. Proteggono il tuo bambino ma forniscono comunque quella piacevole sensazione di vicinanza dei genitori.

Condivisione sicura del letto

Per condividere il letto in sicurezza avrai bisogno di:

  • Un materasso matrimoniale. Per una coppia con un bambino, solo un materasso matrimoniale fornirà spazio sufficiente per far dormire tutti e tre in sicurezza. Lo spazio tra le traversine è essenziale per evitare schiacciamenti o surriscaldamenti.
  • Un materasso di media rigidità o superiore. I materassi morbidi non sono adatti ai bambini: troppa imbottitura aumenta il rischio che il naso e la bocca siano coperti. Un materasso a solido e di buona qualità è l’ideale.
  • Niente spazi vuoti. Non dovrebbero esserci fessure o spazi in cui il tuo bambino potrebbe cadere o rimanere intrappolato. Fai attenzione agli spazi tra il tuo materasso e i comodini o la testiera.
  • Nessun cuscino largo. Un cuscino di dimensioni standard per te e per il tuo partner andrà bene. Cuscini larghi aumentano il rischio che il viso del bambino venga coperto.
  • Temperatura ambiente. Assicurarsi che la stanza non sia né troppo calda né troppo fredda.

In NESSUN caso dovresti…

  • Dormire con più di un neonato o bambino nel tuo letto. I bambini si muovono di più nel sonno ed è improbabile che stiano attenti al neonato. Può essere una scelta difficile, ma potresti dover far alzare il tuo primogenito dal letto.
  • Dormire con un bambino su una poltrona, un divano o una poltrona reclinabile. È troppo rischioso quando scendi perché rimangano intrappolati negli spazi vuoti. Quindi possono soffocare prima ancora che te ne accorga.

È sempre meglio seguire il proprio istinto di genitore. Se desideri provare a condividere il letto ma hai qualche paura o dubbio, parlane con il tuo partner, l’ostetrica o un professionista dell’assistenza all’infanzia. Molti genitori sono molto positivi riguardo alle loro esperienze di condivisione del letto e molti adulti felici e sani nel mondo oggi condividono il letto con i loro neonati. Ci sono tanti modi per diventare genitori, ma solo tu sai cosa è giusto per te e la tua famiglia.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

I 4 migliori topper per il 2021

Stai cercando un modo per dormire meglio la notte senza dover acquistare un materasso nuovo di zecca? Un topper potrebbe essere ciò di cui hai bisogno: è uno strato che ricopre il materasso per fornire ulteriore comfort e supporto. Sono disponibili in una gamma di imbottiture e profondità, quindi puoi personalizzare il tuo materasso per offrirti la migliore superficie per dormire per te.

Topper correttore memory foam Alto 5cm rivestimento all’aloe vera

Il topper in memory foam è la soluzione per chi vuole avere un riposo migliore, ma che non vuole o non può cambiare il suo materasso ortopedico. Questo infatti può essere facilmente fissato al materasso, fornendogli uno strato aggiuntivo in memory in grado di adattarsi al nostro profilo in base al calore che emette il nostro corpo. Questo prodotto è altamente traspirante, antiacaro, antibatterico e anallergico, oltretutto è sfoderabile e lavabile, in questo modo il livello di igiene che può dare il topper non è inferiore a quello di qualsiasi altro materasso in memory. Il nostro topper è disponibile in varie misure, viene prodotto completamente in Italia, nel totale rispetto delle normative comunitarie, pertanto in possesso del marchio “CE”.

Acquista ora!

Topper copri materasso 7cm memory foam viscoelastico

Se vuoi trasformare il tuo materasso ortopedico in un materasso in memory, senza sostituirlo, questo topper è il prodotto che fa al caso tuo. Grazie ad esso infatti basterà poggiare il topper sul nostro materasso e fissarlo agli angoli con le fasce elastiche. In un attimo il vostro vecchio materasso diventerà un materasso in memory, in grado di ridurre e alleviare i fastidi tipici di un materasso che ha perso parte delle sue proprietà perché troppo vecchio o usurato. Il topper è composto di memory, così non sarà più necessario variare la nostra postura per adattarla al materasso, ma sarà il materasso stesso ad adattarsi a noi grazie alla presenza del topper termosensibile.

In questo modo potremo giovare dei benefici di un nuovo materasso senza che sia necessario sostituire il nostro vecchio materasso ortopedico. Lo spessore totale del topper è di 7 centimetri. Il topper in memory è la migliore soluzione possibile per chi non vuole o non può sostituire il suo materasso, avendo molteplici proprietà: è ergonomico, termosensibile, anallergico, antiacaro, antibatterico, traspirante, economico e facile da utilizzare; risultando un prodotto di indiscutibile valore sia per quanto riguarda il comfort offerto, che per l’igiene e il benessere che può offrire al nostro riposo.

Acquista ora!

Topper 7cm in schiuma di nuova generazione Breeze correttore per materassi rigidi

Il topper in schiuma di nuova generazione “Breeze” è la soluzione per chi vuole dormire meglio, ma che non vuole o non può cambiare il suo vecchio materasso ortopedico. Questo infatti può essere facilmente fissato al materasso creando uno strato ergonomico di 7 centimetri di schiuma poliuretanica ad acqua in grado di adattarsi perfettamente al nostro corpo. La schiuma di nuova generazione “Breeze” ha una struttura a cellule aperte. Garantisce il libero passaggio dell’aria e la veloce dispersione dell’umidità e del calore. Garantisce quindi un riposo asciutto e salutare.
Resistente all’invecchiamento e indeformabile dona la massima sensazione di benessere assoluto durante il Riposo. La colorazione della lastra potrebbe essere di colore verde. La densità e la conformazione del topper rimane invariata.

Questo prodotto è altamente traspirante, antiacaro, antibatterico e anallergico, oltretutto è sfoderabile e lavabile, in questo modo il livello di igiene che può dare il topper non è inferiore a quello di qualsiasi altro materasso sfoderabile. Il nostro topper è disponibile in varie misure, viene prodotto completamente in Italia, nel totale rispetto delle normative comunitarie, pertanto in possesso del marchio “CE”.

Acquista ora!

Topper correttore MemoryFRESH pantografato Alto 5cm 9 zone rivestimento all’aloe vera

Il topper in memory foam è la soluzione per chi vuole avere un riposo migliore, ma che non vuole o non può cambiare il suo materasso ortopedico. Questo infatti può essere facilmente fissato al materasso. Fornendogli uno strato aggiuntivo in memory in grado di adattarsi al nostro profilo in base al calore che emette il nostro corpo. Questo prodotto è altamente traspirante, antiacaro, antibatterico e anallergico. Oltretutto è sfoderabile e lavabile, in questo modo il livello di igiene che può dare il topper non è inferiore a quello di qualsiasi altro materasso in memory.

Il nostro topper è disponibile in varie misure, viene prodotto completamente in Italia, nel totale rispetto delle normative comunitarie, pertanto in possesso del marchio “CE”. Il memory foam fresh pantografato offre un sostegno mirato e preciso sui maggiori punti di pressione. Aiuta a migliorare la circolazione del sangue durante il riposo.

Acquista ora!

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

 

Sai quali germi sono in agguato nella tua casa?

È di nuovo quel periodo dell’anno. La stagione delle pulizie primaverili è ufficialmente iniziata e molti oggetti in casa hanno bisogno di più di una semplice polvere o di una rapida asciugatura. Lo sapevate? Il 64% delle persone aspetta un mese o più per lavare gli asciugamani, il che significa che potrebbe anche lavarsi le mani nella toilette. Le persone che non puliscono il telefono hanno il doppio delle probabilità di soffrire di macchie cutanee rispetto a quelle che lo fanno una volta alla settimana. Un’infestazione di una cimice dei letti femmina può salire a 5000 in 6 mesi!

I germi sono così piccoli che possono nascondersi in bella vista e mentre la maggior parte dei batteri che incontriamo ogni giorno è relativamente innocua, ce ne sono alcuni sgradevoli a cui prestare attenzione poiché possono influire sulla nostra salute. Pulire accuratamente e spesso è l’unico modo per tenere a bada questi batteri. Potresti essere sorpreso dai germi che si annidano in alcuni dei tuoi articoli per la casa più usati.

Il tuo cane potrebbe prenderti la tenia

I tuoi animali portano tanti germi in casa, nel tuo salotto, sui mobili e se li lasci dormire nel tuo letto, anche sui tuoi cuscini e copripiumini. Gli animali sono un fattore scatenante comune per chi soffre di asma e le case con animali domestici in genere trasportano circa il 50% in più di diversi tipi di batteri rispetto a quelli senza. Assicurati che il tuo animale domestico, in particolare il suo fondoschiena, sia pulito. Questo eviterà che alcuni dei batteri più cattivi entrino nella tua casa. Ciò include tenia, pulci e Cryptosporidium, che possono causare malattie respiratorie e gastrointestinali.

Un’infestazione di una cimice dei letti femmina può salire a 5000 in 6 mesi

Le cimici dei letti sono complicate. Possono vivere dentro e intorno al tuo letto e in posti che normalmente non penseresti di guardare. In testate del letto in legno, crepe nel muro, pile di biancheria e persino rilevatori di fumo.

Possono viaggiare fino a 20 piedi dal loro nascondiglio per nutrirsi e ora stanno sviluppando pelli più spesse, il che li rende più resistenti agli insetticidi. Non ci sono soluzioni rapide per sbarazzarsene, quindi prevenire è meglio che curare. E sebbene non siano noti per essere portatori di malattie, mordono e sono i morsi che possono essere infettati se non vengono tenuti puliti e asciutti fino alla guarigione.

Il tuo cellulare probabilmente ha 10 volte più batteri di una tavoletta del water

È in tasca, nella borsa e contro la faccia. Probabilmente è caduto sul pavimento, nella tua macchina, forse anche nel water. Quindi, non c’è da meravigliarsi che gli scienziati dell’Università dell’Arizona abbiano scoperto che i telefoni cellulari hanno 10 volte più batteri della maggior parte delle tavolette del water. Come ha dimostrato questo sondaggio, può anche causare brutte esplosioni di macchie. Usare le cuffie per effettuare chiamate piuttosto che tenere il telefono vicino alla pelle è un modo semplice e ovvio per ridurre il contatto tra telefono e pelle. Dovresti anche pulire regolarmente, anche ogni giorno, il telefono con un panno in microfibra.

Asciugamano sporco

Il tuo asciugamano potrebbe contenere molti germi tra cui quelli trovati nelle feci. Questi germi si moltiplicano velocemente nell’ambiente caldo e umido e se non lavi o non cambi l’asciugamano ogni due giorni, pulendoti il viso o le mani con esso è come sciacquare la testa nel water. L’unica cosa che puoi fare è lavare regolarmente l’asciugamano. In effetti, dovresti lavarlo ogni pochi utilizzi. Purtroppo, il 64% delle persone aspetta un mese o più per lavare gli asciugamani.

Le macchie nere sulla tenda della doccia sono letteralmente miliardi di spore di muffa. Le spore della muffa possono causare irritazione delle vie respiratorie superiori e una reazione allergica come starnuti, naso che cola, respiro sibilante, occhi rossi e un’eruzione cutanea. Dovresti pulire la doccia e la porta o la tenda della doccia almeno una volta alla settimana. Se vedi minuscoli pezzetti di nero qua e là, si tratta in realtà di milioni o miliardi di spore di muffa. Un recente studio ha rilevato che quasi 2/3 delle persone non lavano le tende da doccia in lavatrice.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Cosa dovresti bere al mattino?

Appena uscito dal letto, vorrai reidratarti subito. Dal caffè al frullato all’acqua, qual è l’opzione migliore per te? Pochi secondi dopo aver aperto gli occhi al mattino, potresti notare una bocca secca. Dopo una lunga notte di sonno, è il modo sottile del tuo corpo per ricordarti di idratarti. Con così tante scelte disponibili, dal caffè ai frullati di frutta e al succo d’arancia, potresti chiederti qual è il tuo miglior drink del primo mattino.

Come iniziare una giornata ben idratata

Molti esperti consigliano della semplicissima acqua vecchio stile come il miglior idratante. Anche se sei un drogato di caffè, inizia la giornata con un bicchiere d’acqua. Non appena i tuoi piedi toccano effettivamente il pavimento. Il dietista di Boston Skylar Griggs di Newbury Street Nutrition sostiene l’acqua calda poiché stimola naturalmente il sistema digestivo. Ancora meglio, aggiungi un po’ di succo di limone fresco per aumentare il sapore e fornisci un po’ di vitamina C per iniziare la giornata. Poiché il corpo può disidratarsi durante il sonno, è essenziale reidratarsi per prima cosa al mattino. Prima di prendere il caffè, prova a bere acqua o una tisana decaffeinata per iniziare il processo di reidratazione.

Se il pensiero dell’acqua per la colazione sembra così noioso da rimandarti a letto, considera bacche fresche, agrumi o zenzero a fette per renderlo più appetibile. Tieni una brocca sul bancone della cucina per ricordarti di sorseggiare una volta che ti sei alzato. Bevi questo prima di colazione per ridurre la voglia di cibo e l’eccesso di cibo nel corso della giornata. Si stima che il 65% degli adulti raggiunga almeno una tazza di caffè ogni mattina. È la seconda bevanda più consumata. L’acqua è ancora al primo posto. Ma sorseggiare il caffè è una buona abitudine? Agli appassionati di Java piace l’aumento di energia che deriva da una dose di caffeina. Li fa sentire meno stanchi e più vigili – una sorta di ricollocazione della personalità. Ecco perché la maggior parte delle persone prende una tazza quando si alza o subito dopo.

Cosa NON bere per prima cosa al mattino

Potresti pensare di poter prendere due piccioni con una fava afferrando un frullato per avviare l’idratazione e servire come una colazione veloce. Afferrarne uno mentre vai al lavoro potrebbe sembrare buono in teoria, ma i frullati preparati in commercio possono essere caricati con una tonnellata di zucchero lavorato. Invece, prova a preparare il tuo frullato a casa con yogurt greco e la tua frutta congelata preferita non zuccherata. Versalo in una semplice tazza da asporto e sei pronto ad affrontare una nuova giornata.

Anche i succhi di frutta possono essere scelte rischiose. Sebbene possano sembrare sani, possono anche essere carichi di zuccheri e calorie e pochissimo nutrimento. Il succo d’arancia acquistato in negozio, è altamente acido, ha poco da offrire in termini di vitamine e contiene conservanti e stabilizzanti per massimizzare la durata di conservazione. Anche le varietà “naturali” di succo d’arancia sono sospette. Altri tipi di succhi di frutta possono anche essere trappole per lo zucchero, che possono essere particolarmente problematiche per chiunque cerchi di stabilizzare il proprio zucchero nel sangue.

Se desideri idratarti con qualsiasi tipo di succo di frutta, spremilo da solo o usa uno spremiagrumi domestico. Anche in questo caso, è sufficiente una piccola quantità: rabboccare con acqua per un’ulteriore idratazione. Se hai voglia di maggior sapore, un’opzione più salutare è il tè o l’acqua aromatizzata naturalmente. Ma come avverte Hawley, nessuna bevanda dovrebbe essere considerata proibita. Tutto con moderazione: se limitiamo il cibo e le bevande, sentiremo molto più desiderio per quelle opzioni ormai tabù. Vai avanti e mescola un po’. Finché rendi l’idratazione una priorità ogni mattina, inizierai la giornata nel modo giusto.

Trova il miglior materasso a meno di 500€

Ottenere una notte di riposo di qualità ha molto a che fare con il tuo materasso, ma questo non significa necessariamente che devi spendere un sacco di soldi per un nuovo letto.

Il miglior materasso sotto i 500€ offre un’incredibile qualità e supporto a un prezzo conveniente. Ma quando si acquista un nuovo materasso, c’è di più a cui pensare oltre al prezzo. Ecco una lista dei nostri  materassi più convenienti che offrono la migliore qualità per il prezzo. Con opzioni pensate per chi dorme di lato, a un materasso rinfrescante economico progettato per coloro che sudano la notte, questo elenco economico include qualcosa per molti stili di sonno.

I 4 migliori materassi sotto i  500€

Materasso “Como” in memory foam MyMemory termico 3 strati e 7 zone differenziate

Questo materasso si compone di 3 strati differenti, ognuno con una propria funzione: lo strato in memory foam termico a 7 zone differenziate, spesso 5 centimetri, regala un piacevole effetto micro-massaggiante per assicurare un benessere intenso; lo strato centrale si compone di schiuma a media densità per accogliere perfettamente il vostro corpo e l’ultimo strato di schiuma lo sostiene nel miglior modo possibile.
Il materasso è prodotto con l’ausilio della tecnologia a microsfere, ossia un tipo di nanotecnologia studiata per fare in modo che la struttura del materasso sia aereata correttamente.
Il rivestimento esterno è sfoderabile su ogni lato, con una fascia perimetrale altamente traspirante, sigillata con cerniera.

Costruito con 3 strati differenti che garantiscono il sostegno e la morbidezza adeguati. Lo strato in memory foam presenta 7 zone differenziate. I materiali utilizzati sono innovativi; il materasso è prodotto con l’ausilio della nanotecnologia a microsfere, che favorisce la circolazione dell’aria, offrendo un riposo fresco in estate e confortevole in inverno. Questo modello inoltre è detraibile dalle tasse. Dal punto di vista fiscale, infine, la spesa per l’acquisto del modello Como è detraibile dalle tasse in caso sia necessario come presidio medico.

Materasso “Morfeo Angelo delle notte” in memory foam MyMemory e gel rinfrescante alto 26,5 cm

Il materasso in memory foam modello “Morfeo – Fantasma” è un prodotto che possiede ben 3 strati diversi. Lo strato superficiale è composto da 1 centimetri di memory “Gel” losangato nella parte superiore del rivestimento, questa è una schiuma fresca in grado di mantenere costante la temperatura del materasso, rendendolo fresco soprattutto in ambienti caldi e secchi, grazie alle microparticelle di “Gel” che assorbono rapidamente il calore. La lastra interna si compone invece di uno strato in memory foam con altezza 6,5 centimetri, struttura cellulare aperta e 9 zone differenziate; lo strato inferiore della lastra è realizzato in poliuretano, con uno spessore di 18 centimetri. Lo spessore totale del materasso è di 26,5 centimetri.

Il rivestimento del materasso modello “Morfeo – Fantasma” è arricchito da un particolare accorgimento, ossia lo strato superficiale della fodera possiede una losangatura in memory foam tipo “Gel” di 1 centimetro, che permette di mantenere costante la temperatura durante il sonno. Ogni materasso di questa linea possiede una fascia centrale in tessuto 3D altamente traspirante. Il tessuto che compone la fodera esterna è tessuto tecnico , altamente traspirante e anallergico, in grado di offrire un livello di riposo veramente eccezionale. Il materasso è sfoderabile grazie alla cerniera perimetrale.

Materasso “Pale” in memory foam e micromolle con tessuto Termosensitive 9 zone

Confortevole, avvolgente come un abbraccio, PALE è un materasso Memory Foam a 9 zone differenziate, con 2000 micromolle centrali e uno speciale tessuto THERMO SENSITIVE. Il materasso PALE è stato studiato per offrire il giusto sostegno a tutti, qualunque sia la tua taglia ed il tuo peso. Il materasso “Pale” è composto da tre diversi materiali: memory foam, micromolle insacchettate e schiumato ad acqua. Lo strato superficiale è in memory foam “MyMemory” pantografato da 5 centimetri, con 9 zone di portanza differenziate. Sotto di questa si trova uno strato di 2000 micromolle insacchettate (per la misura matrimoniale), alte 2 centimetri. Infine la parte inferiore è in schiumato ad acqua altamente traspirante da 17 centimetri. Lo spessore della struttura interna a triplo strato è di 25 centimetri.
Il rivestimento Thermo Sensitive è studiato per assicurare un comfort elevato e grande traspirabilità: con la sua capacità termoregolatrice mantiene costante la temperatura del corpo evitando i picchi di caldo o freddo. La tecnologia Thermo Sensitive consente di intrappolare nella propria struttura cellulare a bassissima densità un’altissima quantità di aria che, essendo il miglior isolante termico, lascia una piacevole sensazione di freschezza mantenendo la temperatura corporea stabile durante il sonno ed impedendo il proliferare di acari e batteri.

Materasso “Positano Plus” a molle insacchettate e memory foam Mymemory 7cm a 13 Zone Differenziate

Il materasso a molle insacchettate “Positano Plus” è un prodotto nato dall’unione di molle in acciaio al carbonio fosfato, uno strato di superficie in memory foam “MyMemory” con struttura a cellule aperte, con uno spessore di 7cm. Mentre le molle sostengono il peso del corpo, il memory foam si adatta alla sua forma, offrendo il miglior tipo di riposo possibile su un materasso di questo tipo. Lo spessore totale del materasso è di 27 cm. Le molle hanno un’altezza di 14 cm e sono racchiuse in un box di 4 cm di spessore complessivo, mentre l’imbottitura in fibra di poliuretano ipoallergenico ha uno spessore di circa 1 cm.

Il materasso “Positano Plus” ha una fodera di alta qualità in tessuto tecnico traspirante “Zagreb” con fascia perimetrale traspirante in tessuto 3D. È dotato di 4 maniglie perimetrali (2 su entrambi i lati) che consentono una migliore manutenzione del prodotto. La fodera traspirante consente un corretto ricambio d’aria tra l’interno e l’esterno del materasso, il che rende il tuo riposo più confortevole. Tutto questo per offrire al cliente il miglior rapporto qualità-prezzo. Gli articoli sono marcati CE. Il materasso è interamente realizzato in Italia ed è garantito per 20 anni.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Spasmi notturni? Ecco come dormire meglio

Spasmi notturni: è qualcosa di cui parlano pochi ma è anche un fenomeno che ha un forte impatto quando si tratta di qualità del sonno. E anche se ti senti come se stessi dormendo abbastanza, potresti dormire meglio e più velocemente senza quegli episodi di spasmi, per quanto rari.  Gli spasmi occasionali notturni non sono nulla di cui preoccuparsi, ma gli spasmi muscolari cronici possono indicare condizioni di salute diverse. Almeno, provare contrazioni nel sonno può causare un aumento della veglia notturna e un calo della qualità del sonno.

Che cosa causa spasmi notturni?

Se l’hai mai provato, sai quanto possa essere strano e persino ansiogeno: sei profondamente addormentato e all’improvviso uno spasmo ti sveglia. La parte peggiore è, per molti di noi, che non capiamo perché ci si contrae mentre dormiamo e che gli spasmi possono rendere più difficile dormire tutta la notte. Generalmente non c’è un solo motivo per cui ti contrazioni di notte, ma potrebbe essere una delle tante cause, tra cui:

Carenze nutritive
La nutrizione è la chiave per dormire bene, ma anche le normali funzioni durante il giorno. E se ti capitano spasmi non solo di notte ma anche di giorno, potresti essere carente di vitamina D, vitamina B12 o uno squilibrio di calcio.

Vitamina D
La vitamina D è essenziale per l’assorbimento del calcio. Quando la vitamina D è bassa, potrebbero verificarsi occasionali contrazioni muscolari o spasmi ai piedi o alle mani.

Vitamina B12
I segni di carenza di vitamina B12 includono contrazioni muscolari o spasmi, così come intorpidimento e sensazione di debolezza.

Calcio e Magnesio
Uno squilibrio di calcio si verifica quando si ha una carenza di magnesio e un rapporto calcio / magnesio troppo alto. Gli studi suggeriscono che le carenze di magnesio causano contrazioni e spasmi quando il calcio diventa troppo alto e stimola eccessivamente i nervi. Includi una buona fonte di magnesio nella tua routine quotidiana con gli integratori.

Ansia e stress
Se provi contrazioni solo di notte, tuttavia è probabile che ci sia un’altra causa. Gli spasmi notturni, spesso indicati come spasmi ipnotici, possono essere causati da ansia e stress cronici. Uno studio pubblicato sul Journal of Neurosciences ha esplorato la connessione tra livelli più elevati di stress e spasmi ipnotici o contrazioni notturne. Tuttavia, non è stato solo lo stress emotivo a essere collegato a più contrazioni notturne.

Assunzione di caffeina
Un’eccessiva assunzione di caffeina può eccitare il tuo sistema nervoso centrale e causare spasmi, crampi e può eventualmente portare a spasmi ipnotici mentre cerchi di dormire. Anche la nicotina e altri stimolanti possono essere colpevoli, soprattutto se usati troppo vicino all’ora di dormire.

Allenarsi troppo tardi
L’esercizio fisico è fondamentale per la nostra salute generale e anche per il nostro sonno. L’esercizio fisico costante aiuta a regolare i cicli di veglia del sonno, il nostro umore e ci aiuta a vivere la nostra vita più sana possibile. Ma l’esercizio appena prima di andare a letto, in particolare l’esercizio intenso, potrebbe peggiorare le contrazioni durante il sonno. I muscoli potrebbero non avere il tempo di rilassarsi, portando a un sistema nervoso eccitato e potenzialmente disturbato dal sonno.

Sindrome delle gambe senza riposo
La sindrome di irrequietezza è comune – secondo la Sleep Foundation, ben 1 persona su 10 ne soffre. In molti modi, la sindrome delle gambe senza riposo è ancora un mistero, ma sappiamo che può causare non solo sensazioni di formicolio e gattonare durante il sonno, ma anche spasmi. La maggior parte sperimenta il bisogno di muoversi e il sonno interrotto.

Come posso dormire meglio la notte?

Qualunque sia la causa, i spasmi notturni persistenti possono davvero drenare la tua energia; rendere difficile addormentarsi e rimanere addormentati. Oltre che danneggiare la qualità complessiva del sonno. Quindi ecco i miei migliori consigli per rilassare i muscoli per un sonno profondo.

Sottoponiti a un controllo per una carenza di vitamine
Se si verificano contrazioni muscolari o spasmi non solo durante il sonno, ma anche durante il giorno, è tempo di controllare una carenza vitaminica. Mai dare per scontato o autodiagnosticare. Il modo migliore per scoprire se si ha una carenza, e in che cosa, è sottoporsi a un esame del sangue ordinato dal proprio medico.

Gestisci ansia e stress
Lo stile di vita cambia, dal darsi del tempo ogni giorno per rilassarsi, per fare esercizio fisico regolare, almeno 15 minuti di luce solare naturale e connettersi con gli altri sono ottime soluzioni.

Sii consapevole dell’esercizio
Sostengo anche il movimento, ma potresti scoprire che ti alleni meglio in diversi momenti della giornata. Mentre alcuni possono allenarsi fino a tardi, le contrazioni notturne sono un segno che il tempo o la forma di esercizio potrebbero non funzionare per il tuo sonno. Cerca di allenarti prima e di fare esercizi di stretching leggeri prima di andare a letto.

Fatti valutare da uno specialista del sonno
Se hai escluso tutto il resto, considera la possibilità di farti valutare da uno specialista del sonno per disturbi del sonno come la sindrome delle gambe senza riposo. Sebbene non sappiamo ancora molto sulla sindrome delle gambe senza riposo, alcuni trattamenti includono il trattamento di una carenza di ferro. Che tu stia sperimentando spasmi occasionali di notte o regolarmente, la buona notizia è che quasi sempre non è una condizione seria e altamente curabile. Con questi suggerimenti, ora sai come rilassarti finalmente e dormire meglio.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Come dormire bene il giorno prima delle nozze

Mentre la stagione dei matrimoni entra nel vivo, molte spose e sposi affrontano notti insonni mentre lo stress del grande giorno inizia. Nonostante sia un’occasione gioiosa, i matrimoni sono nella lista degli eventi più stressanti della vita. Organizzare un matrimonio può mettere a dura prova le coppie, il che spesso porta a notti insonni, preoccupate per l’evento. Può essere un grande sforzo finanziario per le persone combinato con l’ansia di assicurarsi che tutto sia perfetto e di mantenere felici amici e familiari. Ecco alcuni suggerimenti importanti su come ottenere una buona notte di sonno per coloro che stanno per sposarsi!

Il conto alla rovescia

Prima del giorno del tuo matrimonio assicurati di dormire almeno sei ore e mezza ogni notte. La ricerca ha dimostrato che le persone che dormono meno sono più inclini all’irritabilità, non un grande tratto per una sposa che arrossisce! Inoltre la mancanza di sonno può anche rovinare le diete e mettere a tacere il nostro sistema immunitario. Le persone esauste hanno maggiori probabilità di rivolgersi al cibo “spazzatura” per una rapida dose di energia. Cos’ rischierai di non riuscire ad entrare nel tuo vestito. Inoltre i corpi stanchi hanno maggiori probabilità di prendere virus e infezioni.

Affronta le preoccupazioni, come l’arrivo dei fiori fatti in tempo, facendo un elenco di cose da affrontare il giorno successivo. E se davvero non riesci a dormire, non stare lì a preoccuparti. Alzati e fai qualcosa che trovi rilassante finché non ti senti di nuovo assonnato, quindi torna a letto.

La notte prima

Ottenere una buona notte è essenziale per la futura sposa. Non solo ti farà sembrare migliore ma ti mette nel giusto stato d’animo. Se trascorri la notte in una camera d’albergo o in un ambiente sconosciuto, fai del tuo meglio per anticipare in quale tipo di condizioni dormirai, quindi pianifica o prepara le valigie di conseguenza. Potresti non essere in grado di eliminare completamente i disturbi del sonno come il rumore e le luci intense, ma essere ben preparato può aiutarti a combatterli. Prepara tappi per le orecchie e maschere per gli occhi. Il comfort è fondamentale, ma non puoi portare esattamente il tuo letto e la biancheria da letto. Puoi comunque portare il tuo cuscino.

Se stai pensando che tutto non andrà secondo i piani o sei semplicemente troppo eccitato, cerca di rilassarti e dedicare più tempo per te. Fai un bagno caldo, ascolta della musica tranquilla e fai yoga: tutto aiuta a rilassare la mente e il corpo. Spegni il telefono, l’iPad ecc. ed evita di utilizzare i social network. Per quanto le persone vogliano augurarti un felice giorno di nozze su Facebook o Twitter, è dimostrato che l’uso della tecnologia prima di andare a letto ostacola il sonno. Invece leggi un libro, concentrati sul relax e goditi la tua ultima notte di libertà.

 

Per quanto allettante possa essere, non finire per avere una seconda notte di addio al nubilato alla vigilia del matrimonio. Vacci piano con l’alcol e dormi presto: ricorda che si chiama sonno di bellezza per un motivo! Certamente non vuoi presentarti con occhi rossi e lucidi e occhiaie. Ricorda, anche se il trucco può aiutare a coprire alcuni dei segni di stanchezza, niente batte una buona notte di sonno e un sorriso per farti apparire al meglio nel tuo grande giorno!

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Come non addormentarti alla guida

Lo sapevi che il 20% di tutti gli incidenti stradali ha la fatica come causa principale? In effetti, guidare quando si è stanchi è un problema serio, ma spesso ignorato come un rischio. La stanchezza del guidatore causa migliaia di incidenti stradali ogni anno, alcuni mortali e gravi. E gli uomini hanno il triplo delle probabilità che le donne dicano di essersi addormentati al volante.

Comuni fattori scatenanti

Ci sono molti pericoli di essere assonnati durante la guida. Se sei privato del sonno, non solo sei meno vigile, ma hai meno probabilità di prendere buone decisioni, avere tempi di reazione rapidi o concentrarti su attività che potrebbero avere gravi conseguenze per la salute e la sicurezza di te stesso e degli altri. È più probabile che si verifichino incidenti causati da guidatori stanchi nei seguenti casi:

  • Nei lunghi viaggi su strade monotone, come le autostrade
  • Tra le 2:00 e le 6:00
  • Tra le 14:00 e le 16:00 (soprattutto dopo aver mangiato o preso anche una sola bevanda alcolica)
  • Dopo aver dormito meno del normale
  • Dopo aver bevuto alcolici
  • Se sta assumendo medicinali che provocano sonnolenza
  • Dopo lunghe ore di lavoro o durante i viaggi verso casa dopo lunghi turni, soprattutto notturni

Non solo, ma la mancanza di sonno influirà sul tuo umore, rendendoti più soggetto agli sbalzi di umore. Secondo una ricerca, chi dorme male subisce il doppio della rabbia da strada rispetto ai conducenti riposati. Guidare quando si è stanchi può essere pericoloso quanto guidare in stato di ebbrezza ed è un fattore significativo in molti incidenti. Sapevi che se un lavoratore perde solo una notte di sonno, la sua capacità cognitiva è più o meno la stessa di essere oltre il limite legale di alcol? A differenza dell’alcol, tuttavia, la polizia non ha modo di misurare se un guidatore è indebolito dalla fatica. Spetta davvero a un individuo assicurarsi di essere in grado di guidare.

GUIDA PER LAVORO

Secondo i dati del Department for Transport, più di un quarto di tutti gli incidenti stradali potrebbe coinvolgere qualcuno che in quel momento stava facendo il proprio lavoro, ovvero guidare. La maggior parte dei datori di lavoro avrà una politica di sicurezza stradale che dovrebbe stabilire regole per aiutare a prevenire gli incidenti legati alla fatica. La checklist per la sicurezza stradale correlata al lavoro può essere uno strumento utile per i datori di lavoro che trattano argomenti se i conducenti sono consapevoli di quanto possa essere pericolosa la stanchezza e cosa fare se iniziano ad avere sonno. Se sei un guidatore aziendale, non sentirti spinto a infrangere le linee guida per rispettare le scadenze.

Non c’è un reato specifico di guidare quando si è stanchi, ma così facendo aumenta in modo significativo la possibilità di commettere altri reati o provocare una collisione. La pena per la morte per guida pericolosa è fino a 14 anni di reclusione.

SEGNALI DI SONNOLENZA DURANTE LA GUIDA

Che sia stata una notte tarda o disturbata, il sonno perso può essere difficile da controllare, soprattutto quando guidi e cerchi disperatamente di rimanere sveglio.

  • Difficoltà a concentrarsi
  • Palpebre pesanti
  • Difficoltà a ricordare come hai guidato
  • Corsia alla deriva
  • Sbadiglio costante
  • Sensazione di testa pesante

COME RIMANERE SVEGLIO

Prendi una boccata d’aria fresca. Accosta e fai una passeggiata per 10-15 minuti. Ti renderà più vigile ed è una buona distrazione se guidi per un periodo di tempo. Se davvero non riesci a fermarti o a trovare uno spazio adatto per fermarti, apri un finestrino o accendi l’aria condizionata.

Anche ascoltare musica può essere d’aiuto. Ravvivati ​​ascoltando la musica. La musica innesca risposte emotive negli esseri umani, aiutandoci a coinvolgere molte parti del cervello. Evita invece cibi ricchi di carboidrati o zuccherini che ti danno quella pausa a metà mattina / pomeriggio e cerca di non mangiare in modo esagerato. Mangiare in eccesso ti lascia assonnato. Rimani idratato: essere disidratato può farti sentire assonnato e stordito, quindi tieni una bottiglia d’acqua fredda da bere vicino.

Se hai un lungo viaggio davanti, prova a interrompere il viaggio con un riposino – circa 15-20 minuti. Trova un luogo sicuro e adatto, accosta e riposa. Altrimenti bevi due tazze di caffè o una bevanda ad alto contenuto di caffeina. Riposa per circa 10-15 minuti per consentire alla caffeina di entrare in azione.

In definitiva il modo migliore per evitare di sentirti assonnato al lavoro è dormire regolarmente la notte. Andare a letto e alzarsi all’incirca alla stessa ora, programmerà il tuo corpo per dormire meglio. Assicurati che il tuo letto sia comodo. È difficile ottenere un sonno profondo e riposante con un materasso che è troppo morbido, troppo duro, troppo piccolo o troppo vecchio. Assicurati anche che il tuo ambiente sia adatto al riposo e al sonno. Non dovrebbe essere né troppo caldo né troppo freddo e il più silenzioso e buio possibile.

Ricorda, l’unica vera cura per la sonnolenza è dormire bene. Una bevanda a base di caffeina o un pisolino è una soluzione a breve termine che ti consentirà di continuare a guidare per un breve periodo. E a lungo termine, fare affidamento sulla caffeina e sui sonnellini porterà solo a ulteriori problemi di sonno.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Come spostare un materasso in 8 semplici passaggi

Hai passato mesi a sognare di comprare un bellissimo materasso. Ora è il giorno del trasloco e devi trascinarlo giù per le scale e uscire dalla porta. Spostare un materasso può essere un processo di 15 minuti o un’ora di sofferenza. Vogliamo assicurarci che la tua esperienza sia la prima e non la seconda. Abbiamo messo insieme un elenco di otto passaggi per rendere gli spostamenti incredibilmente facili.

Cosa sapere prima di spostare un materasso

Cerca sempre di trovare un amico che ti aiuti a spostare il materasso. A seconda del tipo, un materasso può variare da 20 a 45 chili. Il tentativo di sollevare e spostare un materasso da solo può causare lesioni fisiche, muscoli tesi o cadute brutte, quindi avere un partner è essenziale. Dovrai anche decidere come vuoi trasportare il materasso. Anche se può sembrare un trucco semplice e veloce per legare un materasso al tetto di un’auto, questo può danneggiare il materasso esponendolo a sostanze inquinanti e altri elementi.

È meglio fissare il materasso all’interno di un camion o di un furgone in movimento. Ciò consente una copertura strutturale completa e consente di fissare il materasso per il trasporto. Guidare con un carico pesante sopra o dietro un veicolo può essere una sfida. Procedere a un ritmo moderato per garantire che il materasso non si sposti durante le svolte, durante le frenate improvvise o durante l’accelerazione. Soprattutto se il materasso è legato al tetto, fermati e controlla periodicamente per assicurarti che rimanga sicuro. Riprendi strade ogni volta che puoi e sii consapevole del potenziali cambiamenti.

Come spostare un materasso in 8 semplici passaggi

1. Copri il materasso con una busta o un telo

Posiziona il materasso in piano sul pavimento o contro un muro. Solleva un’estremità mentre il tuo partner fa scorrere la busta sul materasso. Assicurarsi che tutta l’aria sia stata espulsa dal sacchetto, quindi piegare le alette verso il basso e sigillare le estremità aperte con del nastro adesivo. Una volta sigillato, cerca piccoli buchi o strappi nella borsa e fissa anche quelli.

2. Pianifica un percorso

Pianifica il percorso verso il veicolo di trasporto e rimuovi tutti gli oggetti e i detriti che potrebbero bloccare il passaggio pedonale e le scale. Verificare che tutte le porte siano aperte e sufficientemente larghe da consentire il passaggio del materasso durante il trasporto.

3. Prepara il tuo veicolo di trasporto

Verificare che le porte del veicolo siano aperte e l’interno libero. Se i sedili devono essere rimossi o spinti verso il basso, completare questa procedura prima di spostare il materasso nel veicolo.

4. Sollevare il materasso

Con una persona su ciascun lato del materasso nel senso della lunghezza, afferrare gli angoli inferiori del materasso e sollevare insieme. Evita di sollevare con la schiena. Invece, rinforza il tuo nucleo addominale e alimenta il sollevamento con le gambe.

5. Posizionare il materasso su un carrello

Posizionare il materasso in posizione verticale su un lato e posizionarlo sul carrello. Se il materasso è insabile, fissare entrambi i lati con cartone per il supporto. Se il percorso per il tuo veicolo include scale in discesa, fai attenzione a fermarti completamente in cima alle scale prima di sollevare il materasso dal carrello e portarlo giù per le scale. Non tentare di utilizzare un carrello per far rotolare un materasso al piano di sotto. Se non hai un carrello a disposizione, allinea il percorso al veicolo con del cartone e fai scorrere il materasso sul terreno.

6. Carica il materasso nel tuo veicolo

Se stai usando un furgone o un camioncino, solleva semplicemente il materasso dal carrello nella stiva del veicolo. Se devi trasportare il tuo materasso sul tetto di un’auto o di un SUV, è doppiamente importante che utilizzi una sacca per materasso per proteggere il tessuto del materasso dagli elementi inquinanti. Fai molta attenzione quando metti il ​​materasso sul tetto o sul portapacchi e assicurati di ricontrollare eventuali rotture.

7. Fissare il materasso

A seconda del tipo di veicolo che stai utilizzando, fissa il materasso seguendo le istruzioni seguenti.

  • Camion / furgone: se possibile, adagiare il materasso in piano nel vano di carico. Assicurati di non impilare il materasso sopra nient’altro e viceversa. Se il materasso è posizionato in verticale, appoggiare il materasso su un lato contro il muro di supporto. Utilizzare una corda di nylon o cinghie a cricchetto per fissarlo contro le guide di supporto. Se la cinghia del cricchetto è troppo corta, collegane due per creare una cinghia grande.
  • Auto / SUV (con portapacchi): appoggia il materasso in piano sopra il portapacchi e controlla che non ci siano strappi o lacerazioni nel telo che ricopre il materasso. Avvolgere la corda di nylon o le cinghie a cricchetto orizzontalmente sulla parte anteriore, centrale e posteriore del materasso facendo un nodo ben robusto.
  • Auto / SUV (senza portapacchi): se la tua auto non ha un portapacchi, appoggia il materasso sul tetto dell’auto e controlla che non ci siano strappi o lacerazioni. Avvolgere le corde di nylon o le cinghie a cricchetto sul corpo del materasso nella parte anteriore, centrale e posteriore (e negli angoli se possibile). Passa le funi attraverso gli inceppamenti delle portiere anteriori, i finestrini posteriori dei passeggeri e torna sul tetto, fissando il materasso all’auto.

 

Piegare un materasso può danneggiarlo?

Piegare a metà un materasso a molle danneggia la struttura, il che può comportare un sonno meno confortevole o, in casi estremi, un materasso rovinato. Ma il memory foam a base di poliuretano ha una grande flessibilità e morbidezza che gli consente di riprendere la forma anche dopo essere stato piegato o arrotolato.

La maggior parte dei materassi fornisce garanzie limitate con circa 10 anni di copertura. La garanzia decade per danni fisici quali tagli, strappi, macchie o danni da liquidi autoinflitti al coprimaterasso o alla struttura dopo l’acquisto. Ecco perché è importante proteggere il materasso con una sacca e pianificare il percorso prima di spostarsi.

Se riponi il materasso per un lungo periodo di tempo, è meglio usare un contenitore climatizzato. L’umidità e il cambiamento delle temperature possono causare lo sviluppo di muffe e batteri. Se un attico o una cantina è l’unico spazio disponibile per la conservazione, tieni un deumidificatore vicino al materasso per regolare le precipitazioni. Appoggia il materasso piatto nella sua sacca, simile a come poggia su un telaio del letto. Non riporre oggetti sul materasso, poiché ciò potrebbe danneggiare la struttura. Tuttavia, è sicuro appoggiare il materasso su una piattaforma, un pallet, un tavolo o un oggetto simile per risparmiare spazio.

Trasferirsi in una nuova casa è stressante e spostare un materasso non semplifica il processo. È probabile che tu abbia investito in un materasso di alta qualità e lasciarlo in un cassonetto non è un’opzione. Mentre la biancheria da letto può essere facilmente sostituita, il tuo materasso no. Prenditi del tempo per proteggere il tuo investimento e assicurati che raggiunga la sua destinazione finale in un unico pezzo.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Disturbi pandemici del sonno nei bambini

Mentre siamo fermamente nella seconda ondata di questa pandemia, è difficile sentire quante persone stanno lottando, compresi i bambini. Ci sono così tanti elementi spiacevoli nello stato della vita quotidiana in questo momento, ma quello che attira la nostra attenzione è l’aumento dei disturbi del sonno sperimentati dai bambini. Come abbiamo detto molte volte prima, il sonno è di fondamentale importanza. Non solo aiuta con il benessere fisico a breve e lungo termine, ma un sonno di qualità supporta anche la salute mentale, la capacità di concentrazione, il livello di pazienza e, in termini più semplici, quanto bene riesci a superare la giornata. Poiché i prossimi mesi saranno ancora lontani dall’essere normali, è importante esaminare attentamente come dormono i tuoi figli per assicurarti che siano pronti a gestire questi tempi difficili nel miglior modo possibile.

La seconda ondata di disturbi del sonno

Quando la pandemia COVID-19 ha colpito per la prima volta, i genitori hanno iniziato a notare che anche i loro figli non dormivano. Anche se hai cercato di proteggerli da tutta l’incertezza derivante dal virus, i bambini erano ancora preoccupati di ammalarsi, cambiamenti alla loro routine e i loro genitori visibilmente stressati. I bambini con ansia, in particolare, stanno attualmente lottando con l’ora di andare a dormire ancora più che mai.

Come risultato dell’attuale stato di vita, sappiamo che i bambini stanno trovando più difficile ottenere il sonno di cui hanno bisogno, e infatti, ora stiamo notando una seconda ondata di problemi di sonno nei nostri bambini. Mentre alcune delle stesse preoccupazioni possono essere accusate di tenere i bambini svegli la notte, ci sono stati anche alcuni nuovi fattori che recentemente sono entrati in gioco.

Cambiamenti nella consegna a scuola, di nuovo. In molti luoghi in tutto il mondo, la scuola di persona è ora sospesa fino a nuovo avviso. Il cambiamento nella routine può essere difficile per i bambini di tutte le età. Dal preoccuparsi di adattarsi all’apprendimento da casa alla mancanza di vedere amici e insegnanti di persona, lo stress di questo cambiamento li fa preoccupare di più e dormire di meno. Mentre molti studenti stanno imparando virtualmente da settembre, la chiusura delle scuole ha rimandato migliaia di bambini in più ai loro computer di casa. Ciò ha esercitato una pressione crescente sulla tecnologia, che come sappiamo non funziona sempre nel modo in cui ne abbiamo bisogno.

Abbiamo sentito più storie di bambini molto stressati per aver perso una lezione se non riescono a connettersi, preoccupati che solo loro si disconnettano da una lezione online, ansiosi di non essere in grado di consegnare qualcosa in tempo, ecc. . E questo può essere difficile da spiegare ai bambini e ancora più difficile da elaborare per loro.

Aiuta a proteggere il sonno di tuo figlio durante i periodi di stress

Ci sono molte cose che non possiamo cambiare nel nostro mondo in questo momento, ma ci sono cose che puoi provare per aiutare tuo figlio a riprendere il sonno se hai notato che sta lottando.

1. Chiedi ciò di cui hanno bisogno. Se noti che un’intera giornata di apprendimento online ha effetti negativi sul sonno di tuo figlio, fallo sapere al tuo insegnante. Chiedi se è possibile organizzare più pause o pranzare più a lungo: entrambi ti daranno più tempo lontano dallo schermo e più tempo per muoverti e uscire.

2. Trova un modo per gestire il tuo stress. I tuoi livelli di stress avranno senza dubbio un effetto sui tuoi figli. Torna alle origini e assicurati di dedicare un po’ di tempo alla riparazione per aiutarti a resettare. Dallo stretching al  bagno caldo, rilassati e cerca di ridurre lo stress e rendere la tua casa un luogo più tranquillo per i tuoi figli.

3. Assicurati che i bambini escano durante le vacanze scolastiche. Questo è così importante per aiutare a costruire il loro sonno e per tenere sotto controllo il loro ritmo circadiano naturale. Per i bambini più grandi che potrebbero essere meno che entusiasti di uscire, siediti e spiega loro perché è importante. Fornire loro informazioni più approfondite e condividere il “perché” può aiutarti a ottenere un migliore consenso.

4. Attenersi a una routine della buonanotte. I programmi diurni e la vita quotidiana sembrano così incerti, quindi è importante mantenere la routine della buonanotte il più coerente possibile. I bambini in particolare traggono vantaggio dalla coerenza e dal comfort nel sapere cosa sta succedendo dopo e indubbiamente hanno bisogno di quel tempo per connettersi con te più che mai.

Concentrarsi sul successo del sonno

Le notizie sconvolgenti e difficili da ascoltare stanno accadendo in tutto il mondo da 10 mesi costanti. La longevità della negatività sta innescando sogni più anormali e incubi spaventosi che sono grandi perturbatori del sonno. Anche se i bambini potrebbero non guardare le notizie direttamente, è difficile per loro escluderle completamente, provocando incubi più ricorrenti nei bambini in età scolare.

La vita è travolgente in questo momento e questo può rendere difficile trovare un punto di partenza se stai cercando di apportare cambiamenti positivi per la tua famiglia. La buona notizia è che rendere il sonno una priorità aiuterà effettivamente a migliorare la vita anche in altre aree. Quando i bambini sono ben riposati, avranno più energia per l’esercizio, più interesse a provare un nuovo gioco o hobby e più pazienza per gestire le complicazioni della vita.

Se hai notato che i disturbi del sonno sono in aumento nella tua casa, niente panico. Prenditi il ​​tempo per approfondire la causa del problema e prova alcuni dei suggerimenti che abbiamo elencato sopra. Con un po’ di concentrazione, puoi tornare a dormire in pista in modo che tutti in famiglia siano meglio attrezzati per gestire questi tempi difficili.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Back To Top

PROMOZIONE FESTA DELLA MAMMA!

EXTRA SCONTO 11%*
SU TUTTO IL CATALOGO!

*Lo sconto verrà applicato automaticamente nel carrello