Lo schiumato ad acqua, il supporto del memory foam

memory foam Struttura schiumato ad acquaAbbiamo già trattato la schiuma di poliuretano, elogiandone le caratteristiche tecniche legate al comfort, alla durata e all’adattabilità.
Infatti il memory foam rappresenta un materiale innovativo sotto moltissimi aspetti. Studiato appositamente per modellarsi sul nostro corpo a seconda del calore corporeo, ma che indipendentemente non è sufficiente a sostenere il nostro peso. Infatti i materassi più morbidi hanno lastre in memory foam più spesse di quelli più rigidi; in tal modo la sensazione avvolgente del materasso sarà maggiore, sacrificando però parte del sostegno necessario al corpo.
Pertanto i materassi non sono mai interamente composti in memory.

Lo schiumato ad acqua

Affinché il nostro corpo sia supportato in maniera efficace durante il riposo è necessario che lo strato in memory foam sia supportato da uno strato inferiore di altro materiale. Solitamente quello più utilizzato è lo schiumato ad acqua, in inglese waterfoam. Un materiale che riproduce le caratteristiche di una spugna naturale utilizzando miscele di materiali a base acquosa.

Queste miscele rendono il waterfoam, oltre che ecologico e naturale, adatto a sostenere il peso del nostro corpo modellandosi in base alla pressione esercitata, essendo in grado di comprimersi e distendersi in base ai movimenti corporei. Grazie a queste sue qualità risulta essere un materiale adatto a tutte le esigenze. Resta un valido prodotto in termini di ergonomia.

In aggiunta alle sue proprietà elastiche, la particolare struttura molecolare dello schiumato ad acqua, caratterizzata da minuscole celle alveolari, lo rende traspirante. Favorisce il passaggio dell’aria ad ogni variazione di pressione, dovuta ai movimenti che facciamo nel sonno.
In questo modo l’umidità e il calore in eccesso saranno smaltiti efficacemente, regalandoci un riposo più confortevole e più salubre.

Dal punto di vista igienico lo schiumato ad acqua rappresenta un materiale di indubitabile valore, essendo privo di sostanze allergeniche, ostacolando la diffusione di batteri e agenti patogeni. Inoltre è in grado di prevenire la formazione di muffe.
Tutte queste caratteristiche congiunte lo rendono un prodotto in grado di soddisfare qualsiasi tipo di esigenza per quanto riguarda la salute e l’igiene durante il sonno.

Abbinato al memory: la scelta di adottare più strati

Ovviamente lo schiumato ad acqua è un prodotto incredibilmente vario e differenziato a seconda della sua densità e dei leganti utilizzati.
Questa sua diversificazione permette di creare prodotti adatti a rispondere ad ogni tipo di esigenza.

Ricordiamo che tutti i materassi in memory foam hanno almeno uno strato in schiumato ad acqua, ma esistono modelli che hanno più strati arrivando a possedere fino a quattro strati diversi.
Va detto che per la maggior parte delle persone la differenza percepita tra un materasso a tre strati ed un materasso a quattro strati è praticamente nulla.
In aggiunta la differenza è concentrata nella qualità dei materiali e della manifattura, oltre che nella tipologia di strato, piuttosto che nel numero di stati stesso.
Esisteranno quindi materassi che avranno strutture interne lineari (più diffusi), ondulate o multionda, tra le quali scegliere a seconda delle nostre esigenze in fatto di riposo.

Indipendentemente rappresenta una soluzione valida ed economica

A differenza del memory foam, lo schiumato ad acqua può essere il solo materiale di cui si compone un materasso.
Infatti grazie alle sue proprietà fisiche rappresenta una soluzione piuttosto valida dal punto di vista ergonomico; potendo sostenere efficacemente il nostro corpo grazie alla sua elasticità, che gli permette di seguire le linee corporee. Fornisce il corretto supporto alla colonna vertebrale, senza che sia pregiudicata la comodità.

Schiumato ad acquaI materassi che sono prodotti interamente in schiumato ad acqua avranno solitamente uno spessore inferiore alla media dei materassi in memory foam; solitamente attorno ai 20 centimetri, ma più spesso minore. Inoltre la sensazione di avvolgimento sarà inferiore.
Pertanto non è consigliabile acquistarli per coloro che abbiamo esigenze particolari in fatto di riposo, le quali possono essere legate a patologie della colonna vertebrale, problemi di insonnia o letargia. Sono infine sconsigliati per le persone sovrappeso, visto il loro ridotto spessore.
Al contrario sono consigliati per chi voglia entrare in possesso di un prodotto di qualità media senza dover spendere troppo; dato che i modelli migliori possono comunque aiutare a prevenire, piuttosto efficacemente, le problematiche legate alla postura durante il riposo.
Logicamente è preferibile optare per un prodotto con uno spessore di 20 centimetri, o di poco inferiore.

Ripetiamo che la scelta fondamentale deve basarsi principalmente sulla qualità del prodotto; che può essere verificata grazie alle certificazioni e soprattutto grazie al luogo di produzione.
È per questo sempre fondamentale scegliere materassi che riportino la certificazione CE, preferibilmente che siano stati prodotti interamente in Italia.
Da tenere in considerazione è ovviamente fondamentale il punto di vista personale; poiché il materasso deve essere adatto a chi lo utilizzerà, proprio come un paio di jeans.

Per visualizzare le offerte "Materassiedoghe" clicca QUI

Adriano Bonetti
Adriano Bonetti

Adriano Bonetti, vanta un'esperienza pluridecennale nel settore commerciale, collaborando da anni con centri di ricerca, come il Centro Nazionale di Ricerca. Recentemente divenuto Direttore del Comitato Scientifico Università Popolare per la ricerca scientifica e l'Alta formazione "PROMETEO", da diversi anni collabora con esso per l'organizzazione di eventi informativi e divulgativi, aventi come tematica l'influenza del riposo sulla qualità della vita. Ricopre anche il ruolo di Docente Materiali e Tecniche per il Benessere, oltre che di ricercatore indipendente su questi argomenti. Ricopre la posizione di responsabile "Area Marketing" dell'azienda "Materassiedoghe", mettendo a disposizione dei clienti la sua competenza nel settore.

logo linkedin

Leggi gli articoli nelle altre categorie:

2 pensieri su “Lo schiumato ad acqua, il supporto del memory foam”

  • I materassi in schiumato ad acqua costano quindi meno di un materasso memory?
    Se sì avete qualche prodotto da consigliare del vostro catalogo?

    Replica
    • Med Admin

      Buongiorno Pietro,
      Grazie per l'interesse mostrato per il nostro sito web.
      I materassi in schiumato ad acqua (o Waterfoam) costano meno di un materasso in memory foam per il semplice motivo che rientrano in una fascia di prodotto completamente diversa. Per questo, a livello qualitativo, il riposo su un materasso in memory sarà sempre migliore di un materasso in schiumato ad acqua.
      Se comunque ritiene opportuno, nonostante questo acquistare un materasso waterfoam dalla nostra pagina ci sentiamo di suggerirle il modello di materasso "Bologna", il quale ha uno spessore di 20 cm, sufficienti a dare sostegno al corpo.
      Le suggeriamo comunque di visitare la nostra pagina offerte, dove può comunque trovare materassi in memory di altissima qualità a prezzi estremamente vantaggiosi.
      Certi di esserle stati utili, le auguriamo una buona giornata.

      Replica
Lascia un Commento