skip to Main Content
SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA!

La composizione dei materassi a molle e memory foam

molle materassoI materassi a molle insacchettate indipendenti con strato superficiale in memory foam, pur non essendo i prodotti più richiesti dai nostri clienti, rappresentano comunque una buona parte dei materassi realizzati e commercializzati in internet.

Le molle in acciaio al carbonio fosfato

Per capire come sia fatto un materasso a molle e memory foam partiremo dal suo interno, ossia dal suo cuore: le molle insacchettate indipendenti. Queste sono realizzate avvolgendo dei fili in acciaio al carbonio fosfato in appositi mollifici; le fabbriche che si occupano della realizzazione di molle.

L’acciaio, come molti di voi sapranno è una lega di ferro e carbonio, più resistente all’ossidazione e all’usura sia del ferro che della ghisa. Per migliorare le doti di elasticità delle molle, ad acciaio e carbonio viene aggiunto il fosfato. Questo processo, detto fosfatazione, aumenta ancor più la resistenza alla corrosione dell’acciaio.

I materassi a molle sono composti da un numero altissimo di queste molle (da 400 a 1600 molle), che vengono poi insacchettate singolarmente. Utilizzare dei sacchetti di TNT per mantenere le molle in posizione permette che esse non si deformino nel tempo, oltre a prevenirne ancor più l’ossidazione. Infine, essendo indipendenti, le molle lavorano separate, ma all’unisono.

Il box perimetrale in poliuretano e lo strato in memory foam

Dal cuore dei materassi a molle e memory foam, passiamo all’esterno. Le molle insacchettate indipendenti sono fissate in un box in fibra poliuretanica o in poliuretano schiumato ad acqua. Questo box è essenziale per dare forma al materasso a molle, diversamente le molle si piegherebbero spostandosi da una parte all’altra.

Il materiale utilizzato è sintetico. Così è possibile realizzare un prodotto che sia al 100% anallergico, in aggiunta, utilizzando particolari additivi, il materiale sarà più elastico e resistente. I box poliuretanici o in fibra siliconata sono traspiranti, garantendo un corretto ricambio d’aria e prevenendo la formazione di muffe.

Sopra le molle, dove dovrebbe esserci lo strato superiore del box, è presente una lastra in memory foam, o schiuma di poliuretano viscoelastica termosensibile (il vero nome del memory foam, se sei interessato clicca qui). Come tutti gli altri materiali di realizzazione della parte interna del materasso a molle, anche il memory foam deve essere di qualità ed ecocompatibile. Importantissimo è scegliere un materasso che sia realizzato utilizzando memory foam con struttura cellulare aperta.

L’imbottitura e la fodera dei materassi a molle

L’ultima parte che va a comporre i materassi a molle è quella in tessuto: l’imbottitura. Tutti i materassi, hanno un’imbottitura, che può essere di diversi materiali. I più utilizzati nel mercato per rapporto resa:beneficio, sono le fibre sintetiche. Queste sono infatti molto più resistenti delle fibre naturali e permettono che il prodotto finito sia sempre al 100% anallergico.

Solitamente l’imbottitura dei migliori materassi a molle è in fibra siliconata antibatterica e anallergica, così come la fodera e la trapuntatura. Queste sono in fibre sintetiche, con tessuto tecnico. Utilizzati sono anche le combinazioni con fibra di cotone e fibra di jersey. Molti materassi a molle insacchettate non sono sfoderabili, tuttavia è possibile acquistare dai produttori per richiedere una fodera personalizzata.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Adriano Bonetti

Adriano Bonetti, vanta un'esperienza pluridecennale nel settore commerciale, collaborando da anni con centri di ricerca, come il Centro Nazionale di Ricerca. Recentemente divenuto Direttore del Comitato Scientifico Università Popolare per la ricerca scientifica e l'Alta formazione "PROMETEO", da diversi anni collabora con esso per l'organizzazione di eventi informativi e divulgativi, aventi come tematica l'influenza del riposo sulla qualità della vita. Ricopre anche il ruolo di Docente Materiali e Tecniche per il Benessere, oltre che di ricercatore indipendente su questi argomenti.
Ricopre la posizione di responsabile "Area Marketing" dell'azienda "Materassiedoghe", mettendo a disposizione dei clienti la sua competenza nel settore.

Back To Top