skip to Main Content
CLICCA QUI E FILTRA
Categoria
Fascia di Prezzo
Dimensione cuscino

Il miglior accessorio per il nostro riposo, quello imprescindibile al riposo, oltre alla rete a al materasso, è il cuscino, nonostante questo, come per i materassi, anche per quanto riguarda i cuscini, orientarsi nella scelta può essere davvero complicato. In commercio esistono diverse migliaia di cuscini, di tutti i tipi, quindi non si tratta solo di scegliere un cuscino, ma di capire come dare il giusto supporto alla nostra testa quando dormiamo; soprattutto per quanto riguarda i cuscini in memory foam, visto che in commercio ne esistono veramente centinaia.

Cosa è il cuscino?

Il cuscino viene definito come accessorio del riposo, tuttavia scegliere il giusto cuscino è importante tanto quanto scegliere il giusto materasso o la migliore rete a doghe. Dobbiamo ricordarci che mentre il nostro corpo poggia sul materasso, è sul cuscino che posizioniamo la testa e quindi il volto; di conseguenza è su di esso che sono posizionate le vie respiratorie e gli organi di senso. Scegliere un cuscino di bassa qualità può voler dire investire al ribasso sulla nostra salute, ma sicuramente vuol dire rinunciare ad un riposo di qualità.

Scegliere il cuscino più adatto al nostro riposo, diventa fondamentale, perché è il cuscino che sorregge il centro nevralgico del nostro organismo, ossia il cervello; che allevia la tensione muscolare a livello cervicale; che permette al nostro sistema respiratorio di funzionare meglio. Il cuscino non è un accessorio per dormire, ma è un elemento fondamentale del nostro sistema letto. Ancor più il cuscino non è banalmente un prodotto sempre uguale, ma esistono diverse categorie di cuscini per dormire al meglio, a partire dalla forma e dal materiale.

Come scegliere il cuscino?

Esistono innumerevoli tipologie di cuscini in commercio, i più diffusi sono i cuscini a saponetta, ossia i cuscini a forma rettangolare classica. Questi sono i più versatili e indicati, consigliati in moltissimi casi proprio per la loro polivalenza. I cuscini saponetta si adattano infatti a ogni posizione di riposo, supina, laterale o prona e permettono al nostro corpo di mantenere la più corretta posizione quando dormiamo, aiutando a prevenire e ridurre problemi come reflusso, apnee e dolori alla cervicale.

Accanto ai cuscini tradizionali troviamo i cuscini onda, indicati per chi soffre particolarmente di dolori alla cervicale; questi sono studiati soprattutto per chi dorme di fianco, perché, essendo ondulati, al centro hanno un incavo che alloggia la testa, mentre sui due lati lunghi sono più alti, in modo da reggere il collo senza creare fastidiosi punti di pressione.

Per scegliere il cuscino quindi occorre anzitutto capire qual è la nostra posizione di riposo, quali sono i problemi che possono incidere sul riposo; oltre a eventuali patologie alla zona cervicale. In aggiunta a questo, fondamentale è scegliere un cuscino anche in virtù del materiale di cui è composto, tenendo a mente che i cuscini in memory foam sono certamente anallergici e antibatterici; mentre i cuscini in lattice, ad esempio, sono ipoallergenici. La differenza consiste nel fatto che, mentre un prodotto anallergico è privo del tutto di allergeni e rappresenta una certezza ulteriore dal punto di vista igienico, un cuscino ipoallergenico ha una ridotta quantità di allergeni.

Acquistare un cuscino per migliorare il riposo

Capendo la posizione usata per dormire e tutti i fattori che concorrono per farci riposare meglio, possiamo procedere alla scelta. Se dormiamo di lato occorrerà scegliere un cuscino a onda, mentre se dormiamo di schiena o proni, occorre scegliere un cuscino standard. Logicamente bisogna anche tenere conto dei nostri gusti e delle nostre esperienze; non è detto che un cuscino che può essere confortevole per una persona, possa essere confortevole per tutti e viceversa.

In ogni caso è sempre un’ottima idea richiedere un consiglio al momento dell’acquisto, chiedendo se il prodotto scelto è idoneo alle nostre esigenze e preferenze. Chiedere l’aiuto di un professionista è sempre la soluzione migliore, in qualsiasi caso; bisogna anche fornire quante più indicazioni possibili sulla zona di residenza e utilizzo del cuscino; ma anche sulle persone che dovranno utilizzarlo, più indicazioni vengono fornite, migliore sarà la consulenza e il prodotto che verrà acquistato. Non avere paura di sbilanciarsi e tentare di cambiare completamente il tipo di prodotto in uso può aiutarci a capire di cosa abbiamo bisogno.

Cuscini per ogni tipo

Il nostro catalogo offre un’ampia scelta di cuscini, soprattutto per quanto riguarda la scelta dei materiali di realizzazione. I cuscini in memory tradizionali, dalla forma a saponetta, sono realizzati con memory foam a struttura cellulare aperta, traforati, per mantenere la massima traspirabilità del prodotto. In questo modo si ha un doppio sistema di traspirazione, grazie alla struttura del materiale, ma anche ai fori presenti sul cuscino.

Accanto ai classici cuscini in memory, ci sono parecchi cuscini con memory arricchito di particolari schiume con gel, tessuti fresh e schiumati a PCM, ognuno dei quali permette al cuscino di mantenere stabile la temperatura durante il riposo, ma anche di evitare accumuli di umidità e umori mentre dormiamo. In particolare i cuscini arricchiti con schiumati PCM hanno al loro interno delle particolari molecole cerose che assorbono il calore in eccesso e lo rilasciano in difetto, permettendo così di termoregolarsi autonomamente.

Aromaterapia

Esistono poi i cuscini agli aromi, che combinano i principi dell’aromaterapia con decenni di ricerca e selezione dei materiali. Scegliere un cuscino arricchito con l’essenza di una pianta può portare diversi benedici aggiunti al nostro riposo, ad esempio favorire il rilassamento muscolare, la distensione nervosa e apportare anche benefici all’umore. In dettaglio ogni essenza ha un beneficio particolare.

L’aroma di camomilla ha effetto rilassante a livello muscolare e nervoso; l’aroma di eucalipto è rinfrescante e agevola la respirazione; gli agrumi servono a rasserenare; l’aloe vera ha proprietà lenitive; infine l’aroma di lavanda ha una funzione calmante, diversa da quella della camomilla. Abbinare il beneficio dell’aroma terapia con quello di un eccellente cuscino in memory rappresenta un’esperienza di riposo decisamente sopra la norma.

L’ultima tipologia di cuscino è il cuscino lavabile in memory foam, ossia il cuscino che può essere lavato in lavatrice, pur essendo in memory foam. Mentre se per i cuscini tradizionali può essere lavata la fodera, per i cuscini lavabili tutto il cuscino può essere lavato, seguendo le istruzioni, in lavatrice. In questo modo manterremo sempre igienizzato e pulito il nostro cuscino, eseguendo una pulizia profonda, ricordiamo che il cuscino è il punto dove poggiamo la faccia e la testa per otto ore al giorno quando dormiamo.

Perché è importante scegliere con cura il cuscino?

Anche se il cuscino è definito da moltissimi come accessorio del riposo, il cuscino è di fondamentale importanza, perché su esso poggiamo il volto per almeno otto ore ogni giorno; quindi un terzo della giornata. Il cuscino serve anche a reggere il corpo quando, ad esempio, leggiamo a letto, o guardiamo un film. Avere un cuscino non confortevole significa dormire in maniera errata.

Se a ciò aggiungiamo il fatto che tutti i principali organi di senso sono situati sul volto, si capisce bene che il cuscino è veramente importantissimo, quindi va scelto con la massima cura e attenzione, senza dover mirare al risparmio spassionato, o puntare alla convenienza. Risparmiare sul cuscino può voler dire risparmiare sull’igiene del riposo e, sul lungo periodo, anche sulla nostra salute. Un cuscino di cattiva qualità non solo avrà una vita utile più breve, ma tenderà ad accumulare più sporco, più umori e polvere, rendendo il riposo meno salubre.

Tutti i cuscini del nostro catalogo sono realizzati al 100% in Italia, con materiali di alta qualità, frutto di anni di ricerche settoriali. La nostra vastissima gamma di cuscini raccoglie quelli che sono i prodotti simbolo dell’eccellenza italiana in fatto di riposo, scelti e destinati a chi vuole davvero riposare e non solo dormire. La decisione di offrire un’ampia scelta di prodotti diversi l’uno dall’altro è dovuta alla ragione di poter offrire un buon riposo per qualsiasi evenienza. 

I benefici di un buon cuscino

Anche se il cuscino diventa quasi un oggetto affettivo, spesso usato più a lungo dello stesso materasso; sarebbe bene sostituire il cuscino una volta ogni tre o cinque anni; anche solo per ragioni igieniche, se si tiene conto di quanto sporco ogni notte si accumula sulla federa del cuscino e poi filtra nel cuscino stesso.

Un nuovo cuscino quindi può dare diversi benefici, primo tra tutti un miglior supporto per il collo e le spalle; alleviando la tensione muscolare e favorendo la distensione durante il sonno; in questo modo il riposo sarà migliore, con un risveglio più sereno, evitando fastidiosi dolori mattutini alla testa e al collo. Oltre agli indubbi benefici muscolo-scheletrici, un nuovo cuscino rappresenta una superficie più igienica su cui riposare, più pulita e più salutare, prevenendo e riducendo il rischio di reazioni allergiche. Svegliarsi ogni mattina con il naso ostruito non è piacevole, quindi cambiare cuscino per avere un prodotto più pulito, più fresco e profumato è un’ottima decisione.

Dal momento che il buongiorno si vede dal mattino, è importante riposare su un buon cuscino per svegliarsi energici e pronti ad affrontare la giornata, possibilmente di buon umore.

Ogni quanto bisogna cambiare cuscino?

La durata di utilizzo media del materasso è di venti anni, in Italia, dopodiché l’usura inizia a comprometterne l’utilizzabilità in modo significativo; per i cuscini in media la durata è di circa tre anni, dal momento che ha una superficie più ridotta del materasso, quindi si satura prima di polvere, sporco, sudore e capelli. Azioni come il cambiamento della federa del cuscino, o il lavaggio permettono di mantenere più a lungo il prodotto; ma non lo rendono indistruttibile. 

Il consiglio è di cambiare il cuscino molto più spesso del materasso, per permettere alla testa di avere un ottimo sostegno durante il riposo, sempre fresco, pulito e soprattutto in ottime condizioni igieniche; oltre a questo cambiare anche la tipologia di cuscino può aiutarci a orientarci su quale tipo di prodotto è quello più indicato per noi.

Back To Top