skip to Main Content

Che cos’è il memory foam?

Memory foam, o più semplicemente memory, è il nome proprio, in lingua inglese, di un materiale viscoelastico. Brevettato dai tecnici della NASA, all’inizio degli anni ’80 per imbottire i seggiolini delle navicelle spaziali e le tute degli astronauti. Solo dai primi anni 2000 il materiale è stato reso noto al pubblico e da allora il suo utilizzo è sempre stato crescente. Nell’immaginario comune il memory forma un binomio quasi inscindibile con i materassi; creando spesso una divisione tra coloro che sono favorevoli e chi, invece, è contrario.
Ma cosa è in concreto il memory foam? Come funziona?

Cos’è il memory foam?

Come già abbiamo accennato il memory foam è un materiale viscoelastico composto principalmente da poliuretano, a cui sono aggiunti dei leganti, che variano a seconda del fabbricante, in base alla densità e alla viscosità volute. Essenzialmente, come suggerisce il nome, ha una composizione molto simile ad una schiuma, in inglese “foam”. Il memory foam è quindi una schiuma che si differenzia dalle altre per la capacità di memoria, ossia di mantenere la sua forma nel corso di un lungo arco di tempo anche a seguito di sollecitazioni, da qui l’attributo “memory”.

Diversamente da altri tipi di schiuma che sono plastiche, ossia che possono variare la loro forma, ma non elastiche. Quindi si modellano, senza tornare alla forma originaria. Si tratta di un materiale termosensibile, che si adatta alla temperatura; quindi si irrigidisce con il freddo e si ammorbidisce con il caldo. Letto tutto questo il nome corretto di questo materiale è schiumato di poliuretano viscoelastico termosensibile.

Come funziona il memory foam?

Grazie alla sua grande sensibilità termica il memory si adatta alla forma corporea di ciascun individuo, infatti, tramite il calore che produciamo durante il sonno, si modellerà nella forma più adatta per garantire un riposo confortevole, poiché solo le parti a contatto con il corpo si ammorbidiranno, mentre le altre resteranno più rigide. Pertanto il memory è un materiale automodellante. Grazie a questa caratteristica, può soddisfare una quantità di esigenze vastissima, tenendo in conto anche la gamma di prodotti in circolazione. Anche se essenzialmente si può dividere, in due categorie: prodotti di buona qualità e di qualità scadente.

Finora si è parlato delle caratteristiche proprie della “schiuma” applicata sui materassi, ma alcuni ne evidenziano i possibili difetti; soprattutto legati alla sensazione di calore e, quindi, di umidità percepita durante il sonno. Questa si riscontra in una percentuale piuttosto bassa di clienti e spesso è legata solo ai prodotti di qualità mediocre oppure realizzato con tecnologia di vecchia generazione. Acquistando i prodotti migliori, questo difetto svanisce.

Scegliere i materassi migliori

I prodotti di fattura migliore sono infatti studiati per evitare questo inconveniente, adottando diverse tecnologie; tra cui spicca la struttura cellulare aperta. Questa consiste in una disposizione dei polimeri tale da formare delle cellule aperte che migliorano il livello di traspirabilità, riducendo sensibilmente gli eventuali problemi, legati alla natura del materiale.

Purtroppo non tutti i produttori adottano tali accorgimenti, per questo è opportuno ricordare che i prodotti Materassi&Doghe sono realizzati in MyMemory, ossia con struttura cellulare aperta, unita alla schiuma [email protected] THERMO, una schiuma particolare che è in grado di termoregolarsi in base al calore corporeo, fino al raggiungimento della temperatura ideale.

Logicamente, se vogliamo un materasso in memory foam di alta qualità, non dobbiamo badare al budget. Dal momento che scegliere un materasso economico è una buona cosa solo per il nostro portafogli a breve termine.Non per la nostra salute e non sul lungo termine, dato che se saremo poco contenti vorremo cambiarlo, comprandone un altro.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Back To Top