skip to Main Content

Cuscini: imbottiti o in memory?

cuscini bianco e neroQuando dormiamo la nostra testa poggia sul cuscino, che non è niente altro che un materasso più piccolo, destinato solo a reggere la testa. Come il materasso, anche dal cuscino dipende buona parte della qualità del sonno. Esso è la parte a diretto contatto con il viso. La grande parte dei cuscini sono imbottiti, ossia sono composti da un involucro di tessuto, in cui sono inseriti dei materiali morbidi. Tuttavia esistono anche i cuscini in memory foam.

Il guanciale tradizionale

Da molti anni il cuscino è composto come abbiamo descritto nell’introduzione. Un “sacchetto” di tessuto, solitamente di forma quadrata, in cui vengono inseriti dei materiali per imbottirlo. Queste imbottiture si compongono tradizionalmente di materiali come lana o piume. Oppure, come nella quasi totalità dei cuscini in commercio, di fibre sintetiche che mimano i materiali naturali. Questo tipo di imbottitura è in assoluto quello più diffuso, perché di facile realizzazione e facilmente reperibile in commercio.

In tutto il mondo sono utilizzati dei cuscini, con diverse forme e moltissime dimensioni, insieme ai più disparati tipi di imbottitura, dal cotone, ad altre fibre vegetali, fino ai più creativi, minuscoli tubi di gomma cavi, utilizzati in Giappone.

Le esigenze che motivano la scelta del materiale per l’imbottitura variano da persona a persona, anche se molti di noi non prestano cura alla scelta, basandosi spesso (e purtroppo volentieri) sull’articolo più economico che riusciamo a trovare. Non curandosi se esso sia anallergico, antiacaro e antibatterico, senza verificare se sono stati utilizzati materiali o pigmenti tossici. Pregiudicando così la nostra salute, alla quale anteponiamo il benessere del nostro portafogli.

Perché scegliere i cuscini memory

Nelle nostre case si stanno diffondendo sempre più i cuscini in poliuretano viscoelastico, ossia i cuscini in memory foam. Questi cuscini sono diversi dai cuscini imbottiti perché sono composti da un unico blocco di memory, spesso forato per garantire la migliore traspirabilità possibile.

Questo è quello in cui differiscono principalmente dai cuscini imbottiti, che contengono minuscole parti di materiali soffici. Grazie a questa loro caratteristica i guanciali in memory possono sorreggere meglio il peso del capo. Adattarsi meglio alla forma della testa e garantire un riposo migliore.

Ma i loro pregi non finiscono qui; infatti il memory foam è un materiale assolutamente anallergico e antibatterico, che rende più difficile la proliferazione degli acari.
Inoltre anche il ristagno di umidità è meno probabile, grazie alla struttura forata che permette una corretta traspirazione del prodotto.
In questo modo dal punto di visto igienico usare un cuscino in memory è certamente meglio che usare un cuscino imbottito.

In aggiunta a questo…

Inoltre il cuscino in memory foam riesce a svolgere egregiamente il suo compito anche dopo anni di distanza, senza deformarsi e rovinarsi, al contrario del tradizionale cuscino imbottito.

LinzIn più, se per il cuscino tradizionale imbottito è necessario doverlo stropicciare e sistemare prima del riposo, affinché prenda la forma del nostro capo, la schiuma di poliuretano viscoelastico è termosensibile, pertanto si modella autonomamente in base al calore corporeo e alla pressione, nel modo più naturale e adatto alla forma della nostra testa.
Scegliere un prodotto realizzato in memory anche per i cuscini è sempre un’ottima decisione, i guanciali realizzati in memory foam infatti possono dare numerosi benefici, tuttavia l’importante è scegliere con cura i prodotti, prediligendo i prodotti Made in Italy, che sicuramente avranno quel qualcosa in più e tra questi, specialmente in caso di problemi come i dolori alla cervicale, i prodotti più consigliati sono i cuscini con profilo ondulato.

Back To Top