skip to Main Content
SPEDIZIONE SEMPRE GRATUITA!

Clinofobia: la paura di addormentarsi

clinofobiaNumerose sono le paure che affliggono l’essere umano, per quasi ciascuna esiste o corrisponde una fobia.
Una delle più rare e meno conosciute è la paura di addormentarsi, il cui termine tecnico è: clinofobia.
Il vocabolo clinofobia deriva dal greco e consiste nell’accostamento di due parole, klinein, ossia “piegarsi/coricarsi” e phobos “paura”. La fobia in questione è collegata alla paura di addormentarsi.

Questa fobia è collegata alla paura di perdere conoscenza, di morire o di essere sepolti vivi; chi è affetto da clinofobia riconosce l’irrazionalità del proprio timore, ma non può fare a meno di manifestarne i sintomi.
Questi sono estremamente vari e vanno dalla sensazione di soffocamento alle vertigini, dalla bassa salivazione alla sudorazione eccessiva; ma non si esauriscono qui. Potendo arrivare anche alla nausea, tachicardia e tremori.

Le cause della clinofobia

La clinofobia può essere dovuta a diverse cause le più gravi sono un trauma infantile, un’esperienza traumatica vissuta da qualcun altro a noi vicino che ci ha segnato o a cui abbiamo assistito.
Stranamente, nei soggetti più sensibili, può essere dovuta anche a eventi minori; come la visione di un film, l’ascolto di un racconto, un incubo ricorrente o un particolare stato emotivo.
Una caratteristica tipica di questo tipo di paura è che più spesso colpisce individui che sono, o sono stati, affetti da enuresi; ossia che hanno bagnato più volte il letto nel corso della loro esistenza.

Una volta affetti si inizia a provare disagio nei momenti immediatamente antecedenti al sonno, passando poi, nel corso del tempo, a somatizzarlo. In questo modo la nostra psiche influenzerà il nostro benessere fisico in modo negativo, privandoci del riposo.
Molto spesso i soggetti colpiti da questo disturbo hanno altri sintomi collaterali; l’insonnia la scarsa attenzione e la stanchezza che sono indissolubilmente legate alla mancanza di un riposo sano.

Possibili rimedi alla clinofobia

Essendo un disturbo di natura psicologica la cosa migliore da fare è rivolgersi ad uno psicologo; il quale saprà seguirci in un percorso terapeutico per risolvere il problema, oppure indirizzarci, nei casi più gravi, ad una terapia farmaceutica.
Va detto subito che quest’ultima scelta elimina i sintomi del problema, ma non lo risolve alla fonte.

Tra i rimedi per questo problema si annovera la terapia comportamentale, la psicoterapia, il training autogeno, terapia dell’esposizione e l’utilizzo di tecniche di rilassamento che aiutino a superare l’ansia e la paura.

Soluzioni materiali e parallele alla clinofobia sono: le strisce nasali, che riducono il rischio di apnee notturne e migliorano spesso la qualità del sonno; l’uso di bevande o infusi rilassanti prima andare a dormire, che aiuteranno a distendere la tensione nervosa e fare parecchia attività fisica; in modo tale da alleggerire ulteriormente il carico di stress.
Ovviamente tutti questi rimedi vanno affiancati dal sostegno di un valido psicologo; che saprà ridurre o risolvere il problema agendo nel modo più opportuno.

Il materasso può aiutare?

Beautiful girl lying in bedroom at early morningColoro i quali hanno paura di addormentarsi, non in modo clinico e cronico, possono anche provare a sostituire il loro materasso, specialmente se questo è usurato o logoro.
Sul nostro sito sono in vendita diversi materassi in memory adatti alle più svariate esigenze, soprattutto citiamo i modelli che possono avere delle coperture speciali, le quali possono aiutare il nostro corpo a distendersi e ad avere un riposo più duraturo e migliore; tra questi suggeriamo quelli con il rivestimento arricchito con aloe vera o con camomilla.
Ovviamente un materasso in memory foam con copertura speciale non rappresenta una panacea per tutti i mali; ma va assolutamente abbinato al parere professionale di un medico o di uno psicologo, in questo caso, i quali sapranno certamente consigliarci nel miglior modo possibile.

Certo è che provare a sostituire il nostro materasso, specialmente se vecchio e usurato, potrebbe aiutarci a farci provare un relax del tutto nuovo e forse a ridurre il timore che abbiamo prima di dormire.

Per visualizzare le offerte “Materassiedoghe” clicca QUI

Francesco Nicolaci

Francesco Nicolaci, inizia la sua collaborazione come redazionale "Materassiedoghe" nel Gennaio 2017, a seguito della laurea in "Consulente del Lavoro e Giurista d'impresa" e di un percorso formativo presso il "Liceo Ginnasio - Arnaldo da Brescia". Da sempre interessato alla lettura di testi divulgativi dei più svariati argomenti, si sta specializzando a diffondere la cultura legata al riposo. Cercando di offrire curiosità attinenti alla storia del riposo, alla cultura del sonno e alla scoperta degli accessori del riposo in diverse culture e tradizioni.

Back To Top